Frammenti di (Pier)Pioggia

Pensieri e parole alla ricerca di un'identità

venerdì, maggio 19, 2006

Mondiali

Qualche anno fa (parliamo degli anni dal 1996 al 1999) tenevo una rubrica intitolata "Le note musicali" su un giornalino del paese (si chiamava Chorus, forse qualcuno di voi se lo ricorda), nella quale prendevo in esame una serie di canzoni e confrontavo il loro modo di vedere e trattare un argomento, scelto della redazione.Una delle rare escursioni dall'argomento musica è stata nel giugno 1998, alla vigilia dei mondiali di Francia. Visto che ormai manca poco all'inizio di questi mondiali di Germania, vi posto questo "alfabeto" che avevo scritto all'epoca. Buon divertimento!

L'ALFABETO DEL MONDIALE
Tra pochi giorni comincerà il campionato del mondo, per la gioia di tutti gli appassionati; ecco quindi un indispensabile vademecum, sotto forma di vocabolario, per sapere quello che si può sapere.
A: Ascani; tanto se qualcosa va male, la colpa è comunque sua. (per i non addetti: Ascani era il geniale direttore del giornalino e direttore della scuola di canto del paese)
B: business; con 32 squadre partecipanti, vengono praticamente raddoppiati i diritti televisivi sui pacchetti di partite trasmesse. Non so quant'è ma si tratta di una bella somma.
C: coppa Rimet; Questo è il vero nome della manifestazione, e prende il nome dal suo "inventore", nazionale francese, che organizzò il primo mondiale (in Uruguay, nel 1930).
D: date (vedi anche lettera T); si comincia il 10 giugno (Brasile - Scozia) e si termina con la finalissima il 12 luglio.
E: Estrada, Natalia; mi direte: cosa c'entra la Estrada con il calcio? Probabilmente niente, ma visto che si trova dappertutto (tranne a casa mia, altrimenti non starei a scrivere articoli), non mi stupirei di vederla pure lì. Pare che sia stata contattata per prsentare le previsioni del tempo ed il segnale orario.
F: finale; abbiamo già detto quando si svolgerà ma non sappiamo dire chi la giocherà. Le ipotesi sono tante, ma contro di noi abbiamo il pronostico favorevole di Maurizio Mosca (che notoriamente porta sfiga).
G: goal; in un'edizione sola il record di reti segnate appartiene al francese Fontaine (13 reti nel 1958). Tuttavia quell'exploit fruttò alla Francia soltanto un terzo posto.
H: vedi lettera Q.
I: incitamento; Berlusconi sarà contento: con tutta la gente che griderà forza Italia! si sentirà ancora al governo. Gli uomini di sinistra potranno comunque incitare la nazionale ricorrendo all'espressione idiomatica variante alé Italia.
J: juventus; ben 6 (compreso l'incerto del Piero) sono i suoi giocatori convocati.
K: Konsel; il portiere austriaco (se giocherà) a 36 anni sarà il giocatore più vecchio a partecipare al torneo.
L: l'inno ufficiale (me la date buona?); sarà il tormentone dell'estate. Canta Ricky Martin, il titolo è copa de vita (originale...).
M: Pedrag Mijatovic; non sappiamo se farà gioire gli jugoslavi; di certo, il 20 maggio, ha fatto gioire, con il suo goal alla Juventus, metà degli italiani. Praticamente una mezza Cuccarini.
N: novantotto; i mondiali di questo anno saranno i 16i della storia.
O: outsider; dicesi outsider colui che non vince un cavolo ma rompe le scatole a chi potrebbe vincere. In questo senso possono creare problemi alle favorite la Croazia, la Jugoslavia, la Danimarca, e la Giamaica (se i giocatori si fumano qualcosa di buono).
P: prima volta; le squadre esordienti sono Croazia, Giamaica, Giappone e Sudafrica.
Q: vedi lettera H (ci siete cascati, vero?).
R: Ronaldo; è sicuramente il giocatore più atteso, come tutto il Brasile. Purtroppo non c'è solo lui ma c'è anche gente come Romario, Denilson, Roberto Carlos...
S: stadi; si giocherà in 10 stadi. I più importanti sono il Parco dei Principi a Parigi (dove si svolgerà la finalissima) e, per noi, quelli di Bordeaux, Montpellier, St.Denis (dove l'Italia giocherà le partite del girone di qualificazione).
T: trentadue; tante sono le squadre che parteciperanno alla fase conclusiva di questo mondiale.
U,V,W,X,Y: trovate qualcosa voi, se siete così bravi (esercizio).
Z: Zoff, Dino; è a tutt'oggi il campione del mondo più vecchio (40 anni nel 1982).

All'epoca avevo citato (ironizzando) Mosca, che in questi giorni non sta molto bene, anche se sembra si stia riprendendo. In bocca al lupo Maurizio!!!

2 Comments:

Anonymous fra said...

Grazie!!!
per avemi ricordato chorus!!!
peccato che mi hai ricordato che tra poco iniziano i mondiali...

19 maggio, 2006 23:25  
Anonymous Serse said...

x fortuna tra poco iniziano i mondiali, così giornalisti, giudici e sapienti da bar avranno un diverso argomento di discussione e lasceranno in pace il povero zio luciano.
quanto all'articolo, ricordo di averlo letto all'epoca e ricordo anche come finirono i mondiali x l'italia... che ci sia qualche nesso?!?! :)

21 maggio, 2006 21:35  

Posta un commento

<< Home