Frammenti di (Pier)Pioggia

Pensieri e parole alla ricerca di un'identità

mercoledì, ottobre 24, 2007

Pier, l’Oceano mare e la Pioggia

Guardate questa foto, scattata a Portovenere nel 1992.
Si vede un ragazzo coi capelli da uomo, con lo sguardo un po’ smarrito e un po’ puntato verso l’orizzonte di un Oceano mare per cercare di focalizzare la giusta direzione… E l’amica pioggia come compagna di ventura.



Il blog chiude qui, almeno per un po’.
Ma non vi lascio soli. Sapete che non mi piace.
Vi lascio una piccola galleria fotografica e una canzone per potervi accompagnare…

Quando io
morirò sarà un giorno qualunque
come quelli che già sono andati
o quelli che ci sarebbero stati
ma sarà come va per chiunque
Anche io
che ho vissuto e vivrò uguale a tanti
come se si campasse in eterno
con la vita che va sempre avanti
anche se questa vita e un inferno

E avrà un senso ma non uno scopo
se il passato non passò per niente
se il futuro non fu neanche dopo
ed il presente e sempre assente
mentre si snoda
la mia storia sul rullo sfuggente
dei titoli di coda


Amori miei
sarà duro restare a digiuno
dell'amor che dovrò dare indietro
e riportare quei vuoti di vetro
anche se ci sta un po' di qualcuno


Figli miei vi lascerei
se potessi una casa più grande
una con mille e più fumaioli
e risposte per cento domande

che cresciate un po' meno da soli



Ma da soli si e in ogni copione
quando il pubblico non grida fuori

e non si alzerà mai più il telone
e anche se muori non c'è emozione
nè primi piani
per quest'ultima interpretazione
chi batterà le mani



Se si accende la luce e ci inchioda
sui titoli di coda
E non ci son più scene
dove veder se hai recitato bene
o male
Cambiare un po' il finale
prima che il mondo
rida o si commuova
applauda o se ne vada
ai titoli di coda ...

22 Comments:

Anonymous Barby said...

La scelta della canzone con l'abbinamento delle foto suscita una dolce malinconia,quella che abita adesso nel tuo cuore Pier??
Ti vedo lì,ancora oggi,seduto su quello scoglio con gli occhi da bambino e il coraggio di un uomo...mentre osservi il mare come fosse una sfera di vetro in grado di darti chissà quali risposte,ed aspetti...
Intanto sistemi i tasselli di quell'enorme casa dei ricordi,partendo dalle fondamenta per renderla ancora più bella e indistruttibile....
Un po' ingombra forse,ma fai spazio Pier,perchè in quella casa possano abitare ancora bellissime emozioni.
Un giorno leggerai attraverso i titoli di coda un testo nuovo,quello che la vita ti riserverà,più roseo e più dolce spero...
Fai spazio,la penombra prima o poi lascerà ancora posto al sole e vedrai...
Come dici tu.."non può piovere per sempre"
Quel fiore che si trova nel tuo giardino e che adesso percepisci solo come soprammobile su di una natura ostile,presto tornerà a brillare di nuova luce,i petali colorati illumineranno il tuo cammino ed il dolce profumo inebriante sarà la tua guida

Qui tutti ti aspetteranno di sicuro!
Un bacio Barby

25 ottobre, 2007 20:27  
Anonymous Laura said...

Mancherai.
A presto, spero, nonostante la chiusura del blog.

26 ottobre, 2007 19:51  
Blogger danDapit said...

E' bellissima questa galleria fotografica, Pier!
Belle le tue foto di bimbo, bello ogni momento che hai scelto di condividere qui con noi!
No, lo sappiamo che non piove sempre, caro PierPioggia!! E quindi è certo che presto ti tornerà anche il desiderio di scrivere, sì, perchè il pubblico che fa il tifo c'è, scommetto pure Elisa (dietro le quinte)!
[eddai, che la tiro sempre in ballo... ma d'altronde... ehm...]...

Tu lo sai che io purtroppo sono una grande ignorante in fatto di musica, e ho pessima memoria per le canzoni, però caspiterina, quale hai scelto come "arrivederci" (sì, è un Arrivederci, questo, temporaneo, mica un ADDIO!)!
E riporto alcune parole estrapolate:

"E avrà un senso ma non uno scopo
se il passato non passò per niente
se il futuro non fu neanche dopo
ed il presente e sempre assente
mentre si snoda
la mia storia sul rullo sfuggente
dei titoli di coda"
.

Ok, è un arrivederci: ti vedo allontanare di spalle, mentre canti, con la chitarra in braccio e queste parole che sanno di cielo grigio e di strada bagnata, come nella foto...
Ma fra poco spunta l'arcobaleno, e tu tornerai indietro, con il tuo presente e il tuo futuro e un taccuino pieno d'appunti di cose da raccontare!
E senza rullo con titoli di coda!
Tanti inizi, nessun "the end"!

Un bacione!

26 ottobre, 2007 21:28  
Anonymous coneja said...

Mi spiace leggere che chiuderai il blog, spero sia solo una pausa momentanea!
A presto!

27 ottobre, 2007 23:33  
Blogger Pier said...

Barby: Grazie del tuo commento, delicato e sincero come un fiore raro... Il mare come una sfera di cristallo, troppo ampia e fragile, i tasselli meticolosi a costruire la dimora dei ricordi ingombranti... Devi avere sentito molto tuo questo post.
La canzone mi sembrava quella più appopriata, le cui parole fanno da sottofondo ideale per le foto postate.
«non può piovere per sempre», poi ci possono essere i bis e, perchè no, anche nuovi spettacoli. Tutto si trasforma, no?
Un abbraccio, un grazie di cuore e un bacio anche a te!

Laura: Ciao, da quanto tempo! Qualche giro per altri blog penso che lo farò lo stesso. Del resto sapete che non mi piace cancellare...

Dandapit: La canzone in questione è di Baglioni, mi sembra risale al 1996. Mi piace molto il senso positivo, di continuità e di speranza, non di fine, che hai saputo trovare.
Come già dicevo a Barbara, «non può piovere per sempre», e tu hai saputo ideare un finale diverso, con un arcobaleno che si apre invece di un sipario che si chiude.
Bellissimo.
Un bacione anche a te!

Coneja: Benritrovata anche a te! Ti ripeto ciò che ho detto a Laura e aggiungo che a noi resta comunque la mail!

29 ottobre, 2007 13:26  
Anonymous Anonimo said...

Perchè chiudi il Blog?
E

29 ottobre, 2007 14:57  
Anonymous Barby said...

Sicuramente l'ho sentito un po' mio questo post...spesso leggere la vita degli altri è come ripercorrere la propria...quando si parla di vite parallele...
Mi tornano in mente le rotaie che viaggiano a fianco senza incontrarsi...eppure fanno sempre la stessa strada!!!!e portano entrambe il peso dello stesso treno!!!
Un bacio
Barby

29 ottobre, 2007 16:27  
Blogger Pier said...

E: "E"... chi sei? :-)
Immagino che sei Elisa; bene, aspettavo il tuo commento. La risposta non è facile, però diciamo che sono a corto di idee e in abbondanza di pensieri. Passerà. Grazie per il tuo passaggio!

Barbara: Hai proprio ragione! E del discorso dell rotaie ne avevamo già parlato a suo tempo! Aggiungerei che se è vero che le rotaie non si incontrano, è anche vero che attraverso le traversine restano comunque in contatto solidale tra loro... E proseguono rafforzate la propria strada!
Un bacio FFSS :-D

31 ottobre, 2007 09:14  
Anonymous angioletto79 said...

Ciaoooo Caro!!!!
Che ti posso dire ...anzi diciamo che come al solito di "maltratto" ... ma nn ci posso fare nulla ... lo faccio per il tuo bene ... DAVVERO!!!!!
Sai che per te ci sono!!!
Se hai bisogno!!!
Un abbraccio a entrambi

Mary

p.s. tanto di me nn ti liberi!!!! ;-)

31 ottobre, 2007 12:21  
Blogger danDapit said...

Mi viene da sorridere... perchè?
non te lo dico!
Mi tengo il ghigno (ma non era un sorriso? sì, ma ora è un po' storto), e chissà, poi ti dirò!

p.s. Grazie per aver trovato bello l'arcobaleno!
p.p.s. Però meno male che ci sei per risponderCI!!

31 ottobre, 2007 22:50  
Blogger danDapit said...

Dimenticavo: ^____^

31 ottobre, 2007 22:50  
Anonymous Anonimo said...

Ciao Pier!
Un periodaccio questo per me, tante cose che accadono e poco tempo per riordinare i pensieri che si accatastano come indumenti in attesa di un armadio che possa contenerli. Dalla tua risposta ad una mia probabile omonima credo che anche tu stia vievendo un momento simile :-)
Mi mancheranno i tuoi post, sempre cosi' delicati nell'esprimere senstimenti anche forti, onesti e diretti ma 'gentili' e rispettosi delle sensazioni altrui. Mi mancheranno i tuoi sorrisi da cui spesso trapela un po' di pioggia e i tuoi racconti della Lomellina.
Mi mancheranno loro (i post) ma non te perche' ti estrapolero' un pezzettino infinitesimale (chiamiamolo frammento, va!) color granata e me lo portero' dentro fino al tuo ritorno on line :-)
Un abbraccio
Elisa-la-ladra

01 novembre, 2007 14:59  
Blogger Pier said...

Mary: Grazie, lo che ci sei sempre come devi sapere che anch'io ci sono sempre per te!
p.s. la camicia è molto bella ed elegante!

Dandapit: Mi vuoi lasciare in sospeso? :-)
Sempre a proposito di sospensioni, sì, ai commenti rispondo, sai che il silenzio non mi piace!
Cmq poi mi spieghi, neh? ;-)

Elisa: Ciao! Beh, grazie davvero del tuo commento profondo... Io non ti definirei affatto ladra, i frammenti di ognuno di noi sono come semi che non devono morire in loro stessi ma proseguire a vivere nelle altre persone, almeno in quelle che sanno coltivarli e conservarli con cura.
Direi proprio che ci hai indovinato, con l'immagine dell'armadio come contenitore simbolico (ed attualmente vacante) di pensieri. Mi spiace per il tuo periodaccio, ma se hai voglia e lo ritieni opportuno puoi sempre ricorrere alla mia mail.
Un abbraccio anche a te!

05 novembre, 2007 09:11  
Blogger Carmen said...

Va bene per un po' .... ma ora un po' è passato .... soffro di crisi di abbandono ....

12 novembre, 2007 12:38  
Anonymous astralla said...

Pier...leggo solo ora le tue parole...perdonami...La carrellata di foto accompagnata da quelle parole mi fa già venire nostalgia...
Spero di risentirti...Ti auguro giornate reali e un contatto pieno con la vita, goccie di pioggia sul viso e vento tra i capelli.
Mi mancherai.

12 novembre, 2007 14:45  
Blogger Pier said...

Carmen: Mi sa che passeranno altri pò... Ma cmq non perdiamoci di vista!

Astralla: Non devi farti perdonare nulla, ci mancherebbe! Mi mancheranno anche i tuoi commenti precisi, profondi ma soprattutto luminosi. Io posso solo augurarti tutta la felicità possibile, e per concludere con una battuta posso dire che il vento non sposterebbe affatto i capelli (perchè in pratica non ne ho più!) :-)

14 novembre, 2007 13:25  
Anonymous Duss said...

Caspita, è un po' che non passo e tu che fai? Chiudi il blog? :(

22 novembre, 2007 09:38  
Blogger sonia said...

Pier?!?!?!?
Passo adesso dopo un po' che succede?

Va beh, so che quando vorrai riprendere a scrivere tornerai. Io lo so! ;-)
Nel frattempo ti auguro buon riposo, goditi un po' del tuo tempo, le tue cose, ma non chiudere definitivamente. Ok?

Ti mando un bacione grande grande.

ps: arrivato il 23 e spero anche a te la mia risp. ;-)
Ci si sente se non qui da un'altra parte.

ps2: belle le foto, che bello averti visto. :-)

03 dicembre, 2007 21:54  
Blogger danDapit said...

Pier!
dai, su!!
su su su!!
Ricomincia a postare, almeno per il 2008, ok??
Un bacione!!!

27 dicembre, 2007 12:38  
Anonymous Laura said...

Chissà se leggi ancora ogni tanto i tuoi post e i commenti, bè passo per lasciarti i miei auguri di un felice anno nuovo con la speranza che con il suo inizio, tu decida di ridare vita a questo tuo spazio virtuale.

Auguri

02 gennaio, 2008 21:24  
Blogger Pier said...

Duss: No, non chiudo il blog, mi dispiacerebbe molto. Come vedi sono tornato!

Sonia: Hai indovinato! Un bacione anche a te!

Dandapit: Ok... Visto? :-)
Bacione...

Laura: Grazie del tuo passaggio, auguro un felice 2008 anche a te!

07 gennaio, 2008 16:01  
Anonymous andrea said...

sono arrivata a leggere anche qua...e la domanda è sempre la stessa..."ora ha smesso di piovere amore..."

28 agosto, 2008 09:37  

Posta un commento

<< Home