Frammenti di (Pier)Pioggia

Pensieri e parole alla ricerca di un'identità

lunedì, novembre 06, 2006

Abulia

Ammetto di attraversare un periodo un pò abulico, non so cosa scrivere oppure mi sforzo di non scrivere certe cose, come se avessi perso qualcosa o qualcosa si fosse chiuso...



Però se a me non vengono in mente idee, magari qualche spunto utile può venire a voi, quindi lancio il "guanto di sfida" (sperando abbia le stesse dimensioni delle vostre mani): di quale argomento vi piacerebbe che io vi parlassi? Attenzione che di qualsiasi argomento si tratti, poi lo tratterò a modo mio...

7 Comments:

Blogger sonia said...

Pier...sappi che momenti in cui siamo a corto d'idee, lo passamo tutti! Non preoccuparti! Da retta a me che lo passo e lo ripasso...pubblica la prima cosa che ti viene in mente anche una cavolata...ma non mollare, è un periodo di rigenerativo! :O)
Ti ricordi quando per una settimana pubblicavo solo cani? Ecco erano la mia unica fonte di aspirazione in un momento di crisi! Noi tanto ci siamo...non ti molliamo mica sai?

Bella la vignetta...molto simbolica direi! ;O)

Un abbraccio!

06 novembre, 2006 16:10  
Anonymous Duss said...

Una trattazione filosofica sulla spugna d'acqua dolce o una trattazione sull'idea dell'uomo UV! :D

Non sempre si ha voglia di scrivere, anche a me capita ma il bello del blog è prorpio questo, ci fai quello che più ti ispira!

Buona giornata! :)

07 novembre, 2006 09:55  
Blogger ape said...

sono nuova del tuo blog, ma non mi esimo nel chiederti di affrontare un tema a me ostico:
la mafia nei mestieri...voglio dire: chi ha il padre avvocato, notaio, chirurgo, dentista ha la strada spianata, gli altri in salita...come si risolve questa situazione?

buona giornata.

07 novembre, 2006 12:01  
Blogger Carmen said...

@Duss ti devo disintossicare dall'UV :D
ehhh pier direi che è scontato dire di parlare di quanto sono avvenente o di quanto io sia intelligente ... insomma non vorrei sminuire le altre persone quindi ti permettero' di elogiarmi privatamente ... va be' apparte le solite cazzate (che pero' mi riescono sempre bene) secondo me basta anche se racconti di come hai appeso un quadro ne viene fuori un bel post :D (oppure di come ti sei incollato una mano ... :D )

07 novembre, 2006 13:04  
Blogger Pier said...

Sonia: Grazie per le tue parole, mi è piaciuto molto quel "non ti molliamo mica"; purtroppo ogni tanto succede ma così è la vita, come dicono Aldo Giovanni e Giacomo! :-)
Sì, la vignetta è molto significativa, e poi anch'io ho pochi capelli come Charlie Brown!

Düssel: Conoscevo le spugne nel senso di quelli che bevono molto vino ma non pensavo ci si potesse ubriacare anche con l'acqua dolce!

Ape: Benvenuta! Un esordio molto impegnativo, direi... Io non faccio parte delle categorie che dici e in generale non sono "figlio di papà" però penso che una posizione dignitosa nella vita si possa comunque ottenere, magari facendo più fatica ma si può. E questo rende le conquiste più gustose. Sicuramente nel vedere certi professionisti quanti soldi si intascano (magari di sfroso) fa imbestialire, ma non riesco a provare invidia per le cose materiali degli altri. Quindi ti faccio un grosso in bocca al lupo per il tuo futuro (che mi sembra vedi un pò cupo), e ti ringrazio per il tema che hai sollevato (magari lo riprenderò in un post successivo). Tu intanto torna a trovarmi, ok?

Carmen: i complimenti su di te sono ovvi, e te li farò privatamente nel nostro bar (in orario di chiusura, naturalmente, perchè non ci deve vedere nessuno! ;-P)
Cmq mi hai dato l'idea e ne prossimo post parlerò della mia esperienza di "piccolo carpentiere lomellino"! :-)

07 novembre, 2006 16:57  
Blogger ape said...

no no che oscuro..appena finisco l'univ voglio assolutamente mettermi in "carriera" per realizzarmi più di quanto già non lo sia...

08 novembre, 2006 12:16  
Blogger Pier said...

Ape, che intendi dire con "che oscuro"?
Beh, l'ambizione è una molla importante che spinge sempre a migliorarti, però bisogna stare attenti a non esagerare se no si rischiano grosse delusioni!

08 novembre, 2006 15:37  

Posta un commento

<< Home