Frammenti di (Pier)Pioggia

Pensieri e parole alla ricerca di un'identità

giovedì, dicembre 21, 2006

Natale: tempo di ipocrisie?

Questo è quanto avevo scritto sul giornalino del coro mio paese nel dicembre del 1997, quindi già nove anni fa. Ve lo ripropongo così com'era allora...

«O è Natale tutti i giorni o non è Natale mai»; così, citando gli Articolo 31, terminavo il mio articolo natalizio del dicembre di due anni fa, e da questo stesso punto ne ricomincio un altro adesso, tanto per confermare come la fine di qualche cosa coincide sempre con l'inizio di un'altra. Il "tema" sollevato dalla redazione è in sostanza questo: perché si deve essere "buoni" soltanto a Natale? Questo fatto giustifica l'essere poi "cattivi" per i 364 giorni seguenti (365 se l'anno è bisestile)? Solo in questo giorno ci si accorge degli "altri"?
Insomma: l'impressione che si è ricavata da queste considerazioni è stata il timore che questa festa sia in realtà soltanto una sfilata buonista di vestiti ipocriti... Io però faccio l'avvocato del diavolo e penso che molti di questi atteggiamenti (cioè l'essere "buoni" e disponibili) siano in realtà involontariamente voluti, e questo per una ragione molto semplice: il Natale, se ci fate bene caso, non cambia mai. Si ascoltano per strada le stesse musiche caratteristiche (le più antiche, tra l'altro), i Babbo Natale sono sempre gli stessi (di norma in costume rosso e barba, più difficile incontrare Renato Pozzetto vestito da panettone), le luci sono sempre le stesse (quando funzionano): tutto questo ritorna puntuale ogni anno e forse il vero miracolo di questa festa sta proprio nella capacità di saper fermare il tempo, anche se per un solo giorno. Le altre feste sono diverse. Loro non ci riescono.
Probabilmente questa atmosfera coinvolgente e ridondante ci fa tornare bambini, e per un giorno il Peter Pan che c'è in noi torna a vincere riuscendo a volare sulla sua isola che non c'è. Allora tutto rientra in gioco, e il gioco ricomincia là dove lo avevamo lasciato, dal bambino che ritorna (perché il passato ritorna sempre, anche se mai allo stesso modo), e noi torniamo bambini. Ecco perché ci sentiamo più buoni, più gentili, più... uomini.
Forse si tratta di un'ipotesi fantasiosa, forse il bambino che c'è in me sta già ritornando (con un discreto anticipo sul calendario) e mi sta facendo dire queste cose, mah... Tanto lo so che la notte del 24 non riuscirò a prendere sonno perché voglio vedere Gesù Bambino che porta i regali (a casa mia si diceva così), non vedrò l'ora di scendere in sala per aprire i regali sotto l'albero, di fare in fretta perché babbo scatterà la foto prima di andare a Messa (una volta ce n'era una alle 9)... E no, non credo di dovermi vergognare per quanto ho scritto: niente è più vergognoso che rinnegare il proprio passato...

7 Comments:

Blogger Friends For Free said...

Ti lascio i miei migliori auguri di buon natale, di buon anno, di buona befana e di buon tutto.
Che babbo natale (quello con le renne che viene dal nord e non ha altro da fare che girarsi tutti i camini del mondo) possa portarti tutto ciò che più desideri dalla vita!

Un abbraccio!

22 dicembre, 2006 09:27  
Anonymous gidibao said...

auguri Pier,
un sereno Natale a te ed ai tuoi cari :-)

gianni

23 dicembre, 2006 01:50  
Anonymous astralla said...

Il mio Natale vorrei non fosse ipocrita ma solo vero!
Auguro anche a te un sereno e gioioso tempo di Natale!
Un abbraccio!

24 dicembre, 2006 10:13  
Anonymous laura said...

auguri di buon natale Pier!!
Un abbraccio!

24 dicembre, 2006 17:44  
Blogger sonia said...

Carissimo Pier, questo è il messagggio che Natale vuole lasciare a te questa notte. Un augurio anche anche alla tua mamma.:O)

25 dicembre, 2006 04:57  
Blogger Pier said...

Duss, Gidi, Astralla, Laura, Sonia:
Ringrazio tutti voi e vi abbraccio virtualmente. Naturalmente ricambio di cuore anche i vostri auguri e spero che il 2007 sia per voi ricco di soddisfazioni.
La preghiera che mi hai linkato è molto bella, grazie Sonia!

25 dicembre, 2006 14:47  
Blogger sonia said...

Ciao Pier buon 2007!!!

01 gennaio, 2007 16:09  

Posta un commento

<< Home